La Ferrari J50

23 Dic 2016

Il cinquantenario della presenza di Ferrari nel paese del Sol Levante è un evento importante, abbastanza da meritare un’auto che lo celebri. Ecco dunque che la Ferrari J50 fa la sua comparsa a Tokyo presso il National Art Center, ottenendo subito grande apprezzamento.

Deriva dalla 488 Spider, ma a vederla pare di trovarsi di fronte a un’auto del tutto originale. Frutto delle fatiche del reparto Progetti Speciali di Maranello, la J50 monta lo stesso motore a otto cilindri della sua progenitrice. Esso è posizionato sul retro, sotto una calotta trasparente che permette di ammirarlo in azione. Questo implica l’assenza di sedili posteriori: due posti dunque, che assieme al tetto asportabile identificano la vettura come una vera sportiva, senza concessioni alla mondanità.

Dal punto di vista stilistico la Ferrari J50 appare marcatamente innovativa, audace quanto un concept. Linee di fuga laterali e corpo ribassato promettono prestazioni supreme e solleticano il gusto nipponico per le soluzioni futuristiche. Al punto che la nuova carrozzeria ha imposto agli ingegneri di Maranello di ripensare completamente l’aerodinamica del veicolo, in particolare sulla parte anteriore.

Quando si tratta di modelli speciali e celebrativi, siamo abituati ad aver a che fare con numeri molto ridotti. Ma nel caso della Ferrari J50 la cosa si spinge all’estremo – della nuova auto saranno infatti prodotti dieci esemplari appena. Non solo: ciascuno di essi avrà colore e finiture realizzati su misura in base al gusto di ciascun cliente, rendendoli tutti in qualche misura unici.



Per informazioni su prezzi, modalità di noleggio e per richiedere un preventivo, chiamaci al numero +39 0444 649475 oppure contattaci compilando il modulo di richiesta informazioni.