Renault Trezor

19 Ott 2016

Comparso a fine settembre al Paris Motor Show, questo concept è stato forse adombrato dal lancio di modelli molto attesi quali l’Audi Q5 e la BMW X2. La Renault Trezor merita tuttavia uno sguardo approfondito, non foss’altro perchè il suo design futuristico proietta la casa francese in una dimensione che le era sinora sconosciuta.

Dal punto di vista tecnico, le keyword sono due: alimentazione elettrica e guida autonoma. La prima si sostanzia di due diverse batterie situate sul fronte e sul retro del veicolo, così da distribuirne il peso. Assieme producono 260 xW (350 Cavalli) di potenza, sufficienti a garantire la scalata da 0 a 100 km/h in meno di quattro secondi. La seconda feature è più una promessa che un dato di realtà, dal momento che la stessa Renault annuncia che il proprio sistema di guida autonoma sarà pronto alla commercializzazione soltanto nel 2020. Sulla Renault Trezor esso si affianca ad altre due modalità di guida: neutral e sport.

A colpire di più, tuttavia, è senz’altro il design ostentatamente fantascientifico: carrozzeria argentata con texture modulare a esagoni, linee rotondeggianti, parabrezza rosso rubino ad avvolgere l’abitacolo. Questo si apre sollevandosi, cosicchè per accedervi è necessario scavalcare la fiancata. Il display touchscreen occupa gran parte del cruscotto in legno rosso, e per permettere una migliore visione, in modalità autonoma il volante si divide in due pezzi.

La Renault Trezor è un concept destinato a rimanere tale. Ma quante e quali delle soluzioni tecniche e stilistiche da esso incorporate saranno riproposte nei futuri modelli della casa francese, non è dato sapere. Certo è che punta in una direzione inaspettata, intesa a suscitare un certo scalpore. Se vi saranno degli sviluppi, sarà comunque interessante seguirli.

Tags:


Per informazioni su prezzi, modalità di noleggio e per richiedere un preventivo, chiamaci al numero +39 0444 649475 oppure contattaci compilando il modulo di richiesta informazioni.