LaFerrari all’asta per le vittime del sisma

09 Nov 2016

Dovevano essere 499 gli esemplari di LaFerrari usciti dalla catena di montaggio di Maranello, una disponibilità volutamente scarsa e perciò capace di accendere il desiderio di collezionisti e appassionati. Che infatti le han già acquistate tutte, da anni. Il 31 agosto, tuttavia, Sergio Marchionne ha annunciato l’intenzione di creare il cinquecentesimo esemplare. L’eccezione è motivata dal più nobile dei fini: aiutare le vittime del terremoto con il ricavato dell’asta.

Il sisma che ha squassato l’Italia centrale il 24 agosto e che getta un’ombra d’incertezza sul futuro di moltissimi italiani ha convinto FCA a mobilitarsi a sostegno di questi ultimi. Sembra ragionevole pensare che la vendita della nuova vettura frutterà ben più del prezzo di listino di 1,2 milioni di euro, dal momento che questa apparirà a quanti non han potuto agguantarla in occasione della prima release come l’ultima, irripetibile occasione. Una versione scoperta del gioiello ibrido dai quasi mille cavalli di potenza è stata successivamente presentata al Salone di Parigi, ma si tratta per l’appunto di un’altra auto che non diminuirà l’attrattiva, anche “etica”, di quest’offerta inattesa.

L’iniziativa si affianca ad una serie di altri provvedimenti presi dal gruppo industriale nelle sue varie incarnazioni: finanziamenti di favore per l’acquisto di una nuova auto e sospensione dei pagamenti dovuti dagli individui danneggiati dal sisma; messa a disposizione di un parco veicoli e partecipazione alla raccolta fondi promossa dalla Croce Rossa Italiana; un contributo fino a 1.500 euro per la riparazione dei danni subiti a causa del terremoto. Un aiuto che si spera significativo in una situazione quanto mai problematica.

Tags:
,


Per informazioni su prezzi, modalità di noleggio e per richiedere un preventivo, chiamaci al numero +39 0444 649475 oppure contattaci compilando il modulo di richiesta informazioni.